Magazine

6 ottobre 2021

Aumento di potenza gratuito del contatore a 6 kW con Sperimentazione ARERA-GSE

È possibile beneficiare di un aumento di potenza gratuito del contatore per chi installa stazioni di ricarica domestiche con determinati requisiti. La potenza del contatore sarà portata a 6 kW nelle ore notturne e nei giorni festivi.

aumento-di-potenza-arera-gse

ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) ha avviato una sperimentazione che offre la possibilità agli aderenti di beneficiare di un aumento di potenza gratuita del contatore fino a 6 kW. L’aumento di potenza sarà applicato solo durante la notte e nei giorni festivi. La sperimentazione è in attuazione della Delibera 541/2020/R/EEL, la cui gestione operativa è stata affidata a GSE (Gestore Servizi Energetici).

Per poter aderire all’iniziativa il Cliente deve soddisfare i seguenti requisiti:

  • Il luogo di installazione della stazione di ricarica non deve essere accessibile al pubblico.
  • Se il contratto di fornitura di energia elettrica è per Cliente Domestico, l’adesione alla Sperimentazione è gratuita. Nel caso di Cliente Non Domestico (Altri usi) l’adesione alla Sperimentazione sarà soggetta ad un contributo di attivazione.
  • Contatore installato di tipo elettronico telegestito, di prima o seconda generazione.
  • Potenza di partenza: non inferiore a 2 kW e non superiore a 4,5 kW.
  • La stazione di ricarica installata deve poter essere “telecomandabile” da un Soggetto esterno non meglio identificato in questa fase della Sperimentazione, il quale potrà ricevere i dati della potenza di ricarica e intervenire da remoto sulla potenza di ricarica del veicolo elettrico. Inoltre, la stazione di ricarica deve essere conforme al Modo 3 IEC 61851.
  • Il Cliente dovrà fornire una dichiarazione di conformità dell’impianto elettrico rilasciata dall’impiantista che installa la stazione di ricarica.

Quali stazioni di ricarica e-Station sono conformi ai requisiti per partecipare alla Sperimentazione?

Le stazioni di ricarica Gali BC sono idonee per la partecipazione alla Sperimentazione ARERA-GSE; sono visionabili e ordinabili al seguente link:

https://www.e-station.store/categoria-prodotto/wallbox-modo-3/gali-bc/

Quanto è utile avere un contatore da 6 kW durante la notte?

La ricarica notturna di un veicolo elettrico non necessita normalmente di potenza elevata, in quanto durante la notte sono a disposizione molte ore per poter ricaricare un veicolo. Per questo motivo di notte si ricarica a bassa potenza, non ad alta potenza. Dalle 23:00 alle 7:00 ci sono 8 ore; se in quelle 8 ore un veicolo ricarica con 2 kW (il che non richiede certo avere contatori da 6 kW), durante la notte verranno ricaricati circa 100 chilometri. Un valore molto superiore alla percorrenza media giornaliera della maggior parte delle persone.

Una maggiore potenza di ricarica serve al limite durante il giorno, ad esempio per chi deve fare “rabbocchi” importanti durante la giornata (ad esempio: per chi percorre 400 km al giorno e fa la pausa pranzo a casa, potrebbe essere utile durante la pausa pranzo fare una ricarica ad alta potenza per ricaricare più chilometri possibile e avere maggiore autonomia nel pomeriggio).

Quanto costerebbe invece aumentare la potenza del contatore, senza aderire a questa Sperimentazione ARERA-GSE?

L’aumento di potenza del contatore ha i seguenti costi:

  • Costo fisso una tantum: circa € 60 per ogni kW aggiuntivo

(se da 3 kW si passa a 6 kW, il costo è circa € 180 una tantum; se da 4,5 kW si passa a 6 kW, il costo è circa € 90 una tantum).

  • Costo ricorrente in bolletta: € 1,8 al mese per ogni kW

(se da 3 kW si passa a 6 kW, l’aumento in bolletta è pari a € 5,4 al mese; se da 4,5 kW si passa a 6 kW, l’aumento in bolletta è pari a € 2,7 al mese).

Il costo dell’energia elettrica invece resta invariato.

Conclusioni

Dal nostro punto di vista, la Sperimentazione ARERA-GSE è interessante, ma consigliamo di valutare con attenzione, caso per caso, se il vantaggio offerto è realmente utile e controbilancia adeguatamente l’impegno richiesto per soddisfare i requisiti necessari per partecipare alla Sperimentazione.

La priorità – secondo noi – rimane sempre e comunque la scelta del dispositivo di ricarica che meglio soddisfa la propria esigenza e che offre il giusto rapporto tra costo e funzioni richieste.

Se, a titolo di esempio, si volesse acquistare una stazione di ricarica portatile con regolazione manuale della potenza (non adatta alla Sperimentazione), consigliamo di valutare attentamente l’acquisto di una stazione completamente differente e potenzialmente molto più costosa, solo per avere 6 kW gratis durante la notte, quando magari nemmeno servono.

In altri casi invece, soprattutto quando le percorrenze giornaliere aumentano e c’è effettivamente necessità di ricaricare quotidianamente tanti chilometri, potrebbe essere utile disporre di più potenza durante la notte: la Sperimentazione può essere una valida possibilità.

Come si aderisce alla Sperimentazione?

Tutto l’iter di adesione è curato da GSE, il quale ha pubblicato un’utile guida con tutti i passi necessari per aderire alla Sperimentazione ARERA-GSE.

Clicca qui per scaricare la guida GSE.

 


e-Station è a disposizione per consigliare le migliori soluzioni per la ricarica dei veicoli elettrici e fornire tutto il supporto per scegliere la stazione di ricarica adatta per partecipare alla Sperimentazione ARERA-GSE.


      

Per richieste di informazioni e preventivi per la fornitura di una stazione di ricarica:

02 82.58.152

Oppure compila il form qui accanto e ti contatteremo al più presto.

Nome (richiesto)

Cognome (richiesto)

Azienda

Indirizzo e-mail (richiesto)

Telefono (richiesto)

Messaggio

Fonte

© Riproduzione riservata
Colonnine di Ricarica, Incentivi , , ,