GUIDA ALLA RICARICA

NOZIONI DI BASE SULLA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI

**Embargoed until 2:01 p.m. EST on Friday, Jan. 7, 2011**
Ford Focus Electric: The all-new Ford Focus Electric is a zero-CO2-emissions, gasoline-free version of Ford's popular small car and is the flagship of the company's growing fleet of hybrid, plug-in hybrid and all-electric vehicles coming to North America and Europe by 2013. (01/07/2011)

VANTAGGI DELL’AUTO ELETTRICA

I vantaggi di un’auto elettrica o di un veicolo elettrico sono sia di natura tecnica sia di natura economica.
I primi si riferiscono al funzionamento del motore, più semplice, silenzioso e pulito di quelli tradizionali; i secondi riguardano la gestione dei costi, che per un elettrico sono più contenuti (non essendoci parti soggette a usura né liquidi di sostituzione, come nei veicoli tradizionali).

MENO INQUINAMENTO

Le emissioni sono zero, la componentistica delle auto (mediamente più leggere) incide meno, le batterie al litio possono durare molto (si parla di cicli di 2.000 ricariche300.000 km percorsi, 10 anni di vita utile, ma sono dati in costante miglioramento).

CIRCOLAZIONE IN ZTL

Essendo veicoli non inquinanti, le auto elettriche non vengono sottoposte ai vincoli di circolazione quali ecopass, ztl, targhe alterne e zone di traffico limitato, un vantaggio enorme per tutte le persone che abitano in grandi centri urbani o che si recano al lavoro in auto.

BASSI CONSUMI

Per “fare il pieno” a un’auto elettrica è sufficiente collegarla alla rete elettrica per qualche ora al semplice costo del piano tariffario previsto dal proprio operatore energetico.
Inoltre, si diffonderanno presto dei punti di ricarica rapida all’interno delle città, dove con 30 minuti di carica delle batterie si otterrà una capacità di percorrenza di circa 100 km.

SILENZIOSITÀ

Il motore dell’auto elettrica è estremamente silenzioso e contribuisce fortemente a eliminare l’inquinamento acustico e a rendere più piacevole l’esperienza di guida.

modi-di-ricarica

MODI DI RICARICA

Per le stazioni di ricarica la norma di riferimento è la IEC 61851-1.
La norma prevede un’elettronica di controllo che utilizza un sistema di comunicazione “universale” tra la stazione ed il veicolo attraverso un circuito PWM (Pulse Width Modulation), necessario per garantire la sicurezza del processo di ricarica, sia per le persone che per evitare danneggiamenti del pacco batterie del veicolo.

MODO 1
modo-1

Ricarica domestica senza PMW
Il Modo 1 consiste nel collegamento diretto del veicolo elettrico alle normali prese di correnti. Non è quindi previsto il Control Box. Questa modalità è adatta solo a bici elettriche e alcuni scooter. Non è applicata per le auto elettriche.

MODO 2
modo-2

Ricarica sicura domestica/aziendale, lenta o veloce
Sul cavo di alimentazione del veicolo è presente un dispositivo denominato Control Box (Sistema di sicurezza PWM) che garantisce la sicurezza delle operazioni durante la ricarica, le prese utilizzabili sono quelle domestiche o industriali fino a 32A (sia monofase sia trifase – max 22 kW).

MODO 3
modo-3

Ricarica per ambienti pubblici, lenta o veloce
E’ il modo obbligatorio per gli ambienti pubblici, la ricarica deve avvenire tramite un apposito sistema di alimentazione dotato di connettori specifici, è presente il sistema di sicurezza PWM, la ricarica può essere di tipo lento (16A 230V) oppure rapido (fino a 32A, 400V).

MODO 4
modo-4

Ricarica diretta in corrente continua FAST DC
E’ la ricarica in corrente continua fino a 200A, 400V. Con questo sistema è possibile ricaricare i veicoli in alcuni minuti, il caricabatterie è esterno al veicolo (nella colonnina). Esistono due standard: CHAdeMO (Giapponese) e CCS Combo (Europeo).

connettori

I CONNETTORI DI RICARICA

Per la ricarica dei veicoli elettrici in corrente alternata AC (Modo 2 e Modo 3) sono previste quattro tipologie di connettori: Tipo1, Tipo 2, Tipo 3A e Tipo 3C.
Il TIPO 1 si trova solo Lato Veicolo.
Il TIPO 2 si trova sia Lato Veicolo sia Lato Colonnina.
Il TIPO 3A e il TIPO 3C sono connettori solo Lato Colonnina.

Per la ricarica dei veicoli elettrici in corrente continua DC (Modo 4) sono previsti due standard: CHAdeMO e CCS COMBO2.

TIPO 1
tipo-1

Monofase, 2 contatti pilota, max 32A 230V (7,4 kW), si trova solo sul veicolo (standard giapponese e americano).

TIPO 2
tipo-2

Mono/trifase, 2 contatti pilota, max 32A (63A), 230/400V, si trova sia sui veicoli, sia sulle colonnine.

TIPO 3A
tipo-3A

Monofase, 1 contatto pilota, max 16A, 230V, è utilizzato solo per i veicoli leggeri (scooter e quadricicli).

TIPO 3C
tipo-3C

Mono/trifase, 2 contatti pilota, max 32A (63A), 230/400V, si trova solo sulle colonnine, è ormai in disuso.

CHAdeMO
CHAdeMO

Lo standard CHAdeMO è lo standard per la ricarica veloce in corrente continua (DC) più diffuso al Mondo.
Utilizzato e diffuso già da alcuni anni, è presente ad esempio sui veicoli Nissan, Mitsubishi, Peugeot, Citroen.
I veicoli dotati di questo standard hanno quindi due connettori:
– CHAdeMO per le ricariche Fast DC
– Connettore per la ricarica in AC (normalmente Tipo 1)

CCS COMBO2
COMBO2

Lo standard CCS (Combined Charging System) consiste in un unico connettore di ricarica sul veicolo elettrico, che consente sia la ricarica rapida in corrente continua (DC) sia la ricarica lenta in corrente alternata (AC).
In Europa il CCS è realizzato a partire dal connettore Tipo 2, per cui il sistema prende il nome di Combo2.
Questo sistema è oggi adottato da alcune case automobilistiche europee (ad esempio BMW e Volkswagen).

normativa

NORMATIVA

Approfondimenti sulla Normativa vigente in Italia per le infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici.

DECRETO 3 agosto 2017

Individuazione delle dichiarazioni, attestazioni, asseverazioni, nonché degli elaborati tecnici da presentare a corredo della segnalazione certificata di inizio attività per la realizzazione delle infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici.
(GU Serie Generale n.290 del 13-12-2017)  –> vai

Vuoi sapere come ricaricare il tuo veicolo elettrico?

Hai bisogno di un consiglio o vuoi ricevere maggiori informazioni?